Cultura e territorio

A lezione di cucina dal sindaco di Lucera: Tutolo prepara i “cicci cotti”

Lucera – Ormai Antonio Tutolo, sindaco di Lucera, è diventato una star del web per le sue dirette Facebook e la sua ricetta dei tipici scaldatelli pugliesi, e sembra averci preso gusto.

Il sindaco della cittadina pugliese, dopo aver condiviso con i suoi concittadini la ricetta e la preparazione dei taralli in diretta Facebook, ieri sera ha deliziato i suoi cittadini e le tante persone che lo seguono con i caratteristici e golosi “cicci cotti“, conosciuti anche come “grano cotto“.

“Ne approfitto per far conoscere agli amici di fuori uno dei nostri dolci tipici. La sua origine e la sua storia.

Sarà un modo per passare un po’ di tempo, per non annoiarsi, per conoscersi meglio e perché no, anche per sorridere se accade.

Dobbiamo stare in casa e farlo in compagnia è sicuramente intelligente”, ha scritto Tutolo sulla sua pagina Facebook qualche ora prima della diretta.

I citti cotti o grano cotto sono una delle dolci ricette tipiche della tradizione culinaria della nostra terra.

La preparazione di questo goloso dolce a base di grano, melograno e mosto cotto è legata soprattutto alla cosiddetta Festa dei Morti che ogni anno si celebra nel mese di novembre.

La ricetta per questo dolce è molto semplice, come tante altre ricette della tradizione culinaria della Capitanata hanno alla loro base ingredienti molto poveri legati al nostro territorio.

Ecco la ricetta del sindaco di Lucera.

Pubblicato da Antonio Tutolo su Martedì 24 marzo 2020

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 26 anni e sono un’autoctona pugliese. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da un anno curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici, pezzi fondamentali del puzzle meraviglioso che é la nostra terra.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock