Cultura e territorio

Baia di San Felice, una delle baie più suggestive di tutto il Gargano

Il nostro meraviglioso Gargano è un insieme di spettacolari paesaggi, tra le tante bellezze di questa terra non possiamo non parlarvi di una delle baie più suggestive, la Baia di San Felice, un luogo incantevole a circa 8 km a sud di Vieste.

La stupenda spiaggia di Baia San Felice è incastonata in una cornice paesaggistica mozzafiato, da sempre immortalata in moltissime foto. La Baia di San Felice ospita una delle bellezze naturalistiche più spettacolari e suggestive di tutta la costa garganica, l’Architiello di San Felice.

L’Architiello è un vero e proprio simbolo del Gargano e della Puglia. Si tratta di un vero e proprio arco inserito in uno spettacolare paradiso naturale immerso nel verde. La Baia di San Felice, da sempre visitata e ammirata da tantissimi turisti e curiosi, offre una graziosa e caratteristica spiaggetta, larga circa 100 metri, dal basso fondale sabbioso.

L’Architiello di San Felice è il risultato naturale dell’azione incessante che acqua e vento hanno impresso alla roccia carsica del Gargano nell’arco dei secoli. L’arco si può ammirare dal punto panoramico di Torre San Felice, raggiungibile in auto o via mare, un’antica torre costiera d’avvistamento.

Crediti Foto: gargano.net

Un paesaggio incantato, da sogno, una vera e propria gioia per gli occhi e per il cuore che vi rimarrà impresso nei ricordi. Questo arco naturale sembra nascere da acque cristalline che vanno dal turchese al blu profondo, e perdersi tra la verde vegetazione del Gargano. Intorno all’Architiello si raccontano molte leggende, tutte suggestive e interessanti.

Si narra che questo arco fu ricavato nelle rocce dalle Ninfe marine e dai Tritoni. Questi lo edificarono in onore del re del mare, Nettuno, e di sua moglie, Anfitrite. Le divinità trascorsero in queste terre una romantica vacanza, e le Ninfe ed i Tritoni, cercarono di dar vita, in loro onore, ad un paesaggio che aggiungesse poesia al loro amore.

Fonte: abcgargano.com

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 26 anni e sono un’autoctona pugliese. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da un anno curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici, pezzi fondamentali del puzzle meraviglioso che é la nostra terra.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock