Eventi

Falò, musica e tradizione a Castelnuovo della Daunia per la festa di Sant’Antonio Abate

Dopo il grande successo della 34° edizione del Presepe Vivente (oltre 700 presenze), Castelnuovo della Daunia prosegue nell’intento di mantener vive le tradizioni e si prepara per la tipica celebrazione di Sant’Antonio Abate.

Ogni anno, in Italia, da Nord a Sud, si celebra il protettore dei contadini e degli animali domestici il cui giorno dedicato cade il 17 gennaio.

La particolare e suggestiva festa dedicata a Sant’Antonio Abate trae origini dagli antichi culti celtici, quando si illuminavano le campagne per celebrare la vittoria della luce sul buio, con la speranza di avere raccolti abbondanti.

La festa nel piccolo borgo sui Monti Dauni verrà preceduta dal triduo di preparazione presso la chiesa di San Nicola nei giorni 14, 15 e 16 gennaio.

La solennità del 17 gennaio soprannominata “Sant’Andòn, Maschr e Ssòn”, inizierà con la benedizione degli animali alle ore 17.

Si procederà con la Santa Messa delle 18 a cui farà seguito la processione con la rituale benedizione e accensione dei numerosi falò preparati e disposti lungo le vie del borgo.

Chiuderà il percorso il falò di piazza Plebiscito organizzato dalla Pro Loco “G.B. Trotta” dove dalle 20.30, sarà possibile degustare un panino con salsiccia locale, bruschetta con caciocavallo fuso “impiccato” e un buon bicchiere di vino.

Non mancherà l’animazione a cura del gruppo folk “I Tallandishat” di Casalvecchio di Puglia e del dj Enzo Rutigliano.  

Continua a leggere

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock