Cultura e territorioViaggi e turismo

Celebrazione di apertura del Museo Nazionale Archeologico di Manfredonia

Domenica 16 dicembre, in occasione dell’inaugurazione della mostra intitolata “Carta_Epifania della Terra” ad opera dell’artista Giuseppe Carta, sono state aperte al pubblico due nuove sale espositive del Museo Nazionale Archeologico di Manfredonia all’interno del Castello Svevo Angioino Aragonese.
Img 20181216 110749715 HdrUn avvenimento tanto atteso che ha visto il diretto intervento dell’architetto Alfredo de Biase, nonché direttore del Museo Nazionale Archeologico di Manfredonia e del Parco Archeologico di Siponto, che ha fatto gli onori di casa insieme alla Dott.ssa Mariastella Margozzi, direttrice del Polo Museale della Puglia, insieme all’artista Giuseppe Carta e Saverio Mazzone, quest’ultimo in rappresentanza del Comune di Manfredonia, di fronte altre presenze ufficiali del MIBAC e ad un pubblico entusiasta di visitatori provenienti da Foggia, Bari e Roma.
L’evento inaugurale è stato celebrato in Piazza d’Armi con lo sfondo delle sculture, la cui idea si articola su ben quattro sedi del Polo Museale della Puglia (Castelli di Bari, Gioia del Colle, Manfredonia e Trani) chiudendo la celebrazione dell’Anno del Cibo 2018 in una terra come la Puglia che di eccellenze enogastronomiche non trova rivali.
Dopo ben quattro anni di chiusura del Museo, la sua tanto agognata apertura lascia spazio alle prime due sale
Img 20181216 113128013
riallestiste al seguito dei lavori, di cui in parte sono ancora in corso in altre tre sale espositive. La prima sezione “I Dauni. La terra del re straniero“, prevede un percorso tra le ricche sepolture principesche della Daunia e, nella stessa sala, sono esposte anche alcune stele daunie; mentre al primo piano “Metropoli dell’età del bronzo” illustra i principali aspetti legati alle comunità attive tra il Bronzo antico e il Bronzo finale, attraverso una selezione di reperti ceramici, litici e metallici.
“Questo museo nazionale riveste un’area geografica importante in tutta la Daunia, perché è l’unico museo nazionale in tutta la provincia di Foggia.” sostiene il direttore Alfredo de Biase “I continui lavori, che ci vedranno interessati fino all’anno prossimo, sono indice di positività: la nuova direzione del Polo Museale a capo di Mariastella Margozzi, benché storica dell’arte, mira appunto ad una forte valorizzazione dei siti Img 20181216 114726712di Puglia, con progetti d’intesa e sinergia che coinvolgono anche i siti di Manfredonia e Siponto. Il continuo ed incessante lavoro non può che essere un dato rilevante che determinerà, dunque, la riapertura effettiva dell’intero museo il prima possibile” conclude.
Per i prossimi mesi, salvo diversa comunicazione, le sale espositive saranno visitabili solo la domenica, mentre la mostra “Giuseppe Carta_Epifania della Terra” tutti i giorni, per entrambi durante il consueto orario di apertura del Castello.

Michela Serafino

Operatore culturale nei sistemi turistici e 30 anni di "pugliesità". Fin da bambina ho osservato con curiosità le meraviglie dell'arte. Decidendo di fare della mia passione una professione, sono volata via da Foggia per laurearmi in Scienze dei Beni Culturali e specializzarmi in Turismo, territorio e sviluppo locale presso la Bicocca di Milano. Con i miei primi passi nei musei, ho capito il valore della condivisione del bello con la società.... mai quanto nella mia regione! La mia mission? In quanto educatore museale e guida turistica, ciò che adoro di più è convertire i disinteressati al piacere della scoperta nei musei e alla bellezza della mia città. Il territorio trama con le sue risorse attraverso metodi di comunicazione 4.0 e web marketing (SEO, Socialmedia,...), tali da apportare il giusto contributo alla promozione culturale e turistica, ed io ci sono dentro. Rivolgendomi sia a giovani che ad adulti tra attività e laboratori, i miei racconti si rivolgono a chiunque abbia voglia di conoscere la Puglia, in particolare la Daunia. Il mio cavallo di battaglia? Progettare ed organizzare eventi culturali coordinando, tramite i media, strutture, associazioni ed infrastrutture necessarie per la mobilità e l'ospitalità. Adoro viaggiare, ma soprattutto appassionare della mia terra.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock