Attualità

Tutti in stazione per tornare al Sud, Emiliano: “Chi rientra in Puglia dovrà restare 14 giorni in isolamento”

Puglia – Giornata di grandi rientri quella di oggi. Da questa notte, treni, bus e aerei sono diventati i protagonisti di un nuovo esodo. Chi era rimasto bloccato nelle regioni del nord Italia, con il nuovo dpcm del 26 aprile 2020, può tornare a casa.

Tra le principali destinazioni le città pugliesi. Su bus, treni, aerei e traghetti oggi dovrà essere ripetuto il messaggio che chi rientra in Puglia dovrà restare in isolamento per 14 giorni a casa.


“Tutte le persone che rientrano in Puglia da altre regioni, per soggiornare continuativamente nel proprio domicilio abitazione o residenza, hanno l’obbligo di comunicarlo immediatamente compilando il modulo sul portale della Regione Puglia o al proprio medico o all’operatore di sanità pubblica e devono restare in isolamento per 14 giorni”.

Lo hanno dichiato il governatore Michele Emiliano e l’assessore Giovanni Giannini alle aziende di trasporto.

E ancora: “Non possono avere contatti sociali, non si possono spostare né viaggiare. Devono essere sempre raggiungibili e, nel caso di sintomi, devono avvertire il proprio medico o l’operatore di sanità pubblica”.

Grande prudenza, quindi, per chi rientra dal Nord. Sono stati coinvolti i porti di Bari e Brindisi (Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Meridionale) gli aeroporti di Bari e Brindisi (Aeroporti di Puglia) le stazioni ferroviarie di Foggia, Barletta, Bari, Brindisi e Lecce (Rfi e Trenitalia) gli hub bus delle imprese Marino, Miccolis, Sita, Ferrovie del Gargano, Flixbus, erogatrici di servizi automobilistici interregionali.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock