Cultura e territorio

28 luglio 1916, Padre Pio lascia il convento foggiano di Sant’Anna

Foggia – Nel luglio del 1916 Padre Pio risiedeva nel convento foggiano di Sant’Anna, affaticato dalla calura della pianura.

Per risollevare la sua salute, già provata dalla malattia, si pensò di portarlo nel convento di Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo. Ad accompagnarlo c’era fra Paolino da Casacalenda. Era il 28 luglio del 1916, esattamente 104 anni fa.

Più precisamente il 17 febbraio del 1916 Padre Pio, accompagnato da padre Agostino di San Marco in Lamis, arriva da Pietrelcina a Foggia.

In quel periodo, il Santo di Pietrelcina conosciuto da tutti, vive un periodo molto delicato della sua vita.

A Foggia, Padre Pio, rimase per diversi mesi nel convento di Sant’Anna, nel cuore della citta dauna.

Dopo un breve periodo lontano, Padre Pio tornò nuovamente a San Giovanni Rotondo il 6 settembre di quello stesso anno.

Amò per tutta la sua vita questa gente, povera, schietta e sincera, che lo accolse con amore e che, pochi anni dopo il suo arrivo, si oppose con veemenza ad un annunciato tentativo di trasferimento del frate.

Per placare gli animi subito dopo le rivolte, Padre Pio scrisse all’allora sindaco don Ciccio Morcaldi: «Io ricorderò sempre codesto popolo generoso nelle mie povere preghiere, implorando per esso pace e prosperità e quale segno della mia predilezione, null’altro potendo fare, esprimo il desiderio che, ove i miei superiori non si oppongano, le mie ossa siano composte in un tranquillo cantuccio di questa terra».

Fonte: Casa Sollievo della Sofferenza

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock