Cultura e territorio

Foggia, l'antico Borgo Scopari lì dove oggi si trova via Dante

Foggia – Andiamo alla scoperta del Foggia che non c’è più, oggi vi parliamo dell’antico Borgo Scopari, il rione che sorgeva negli anni Trenta nel cuore della città, dove si trova oggi via Dante.
Nel 1936, il centro di Foggia fu interessato da imponenti lavori di sistemazione e di bonifica. Il vecchio Borgo Scopari si snodava nelle strada comprese nel triangolo piazza XX settembre, corso Cairoli , corso Vittorio Emanuele, e con le opere di bonifica venne quasi interamente demolito.
Questo borgo viveva in condizioni igieniche e sanitarie molto preoccupanti. “Il borgo è costituito per la massima parte da un ammasso di casette antigienichequasi esclusivamente a solo piano terreno, servite da stradine e vicoli strettissimi, la cui aria è ammorbata dalle nocive esalazioni delle acque luride, a scolo superficiale.
Solo le fronti lungo la piazza e i due corsi sono costituiti da buona edilizia, mentre quello sul corso Cairoli è costituito anch’esso di casupole”, si legge sul numero di luglio-agosto 1936 della rivista “Urbanistica”.
Con l’opera di bonifica dell’originario borgo foggiano si salvarono solo gli edifici esterni, che sorgevano lungo la piazza e i due corsi, ed al suo posto sorse l’assetto attuale di quella che è stata per molti decenni la “city di Foggia”: il cuore pulsante delle attività economiche e commerciali della città, con la sede della Camera di Commercio e quella dell’Associazione Provinciale degli Industriali che sorsero una a fianco all’altra.
Dal punto di vista urbanistico, il progetto di risanamento rappresentò una delle prime fasi attuative del piano regolatore generale di cui la città  si era dotata.
Si trattò di un piano particolareggiato del piano regolatore generale che era stato redatto dall’ing. Cesare Albertini. Fu un progetto ambizioso, di cui si occupò la stampa nazionale, anche quella specializzata.
Sul numero di luglio-agosto del 1936 della rivista “Urbanistica” venne pubblicato un lungo articolo sull’argomento l’ampliamento di via Giungai che si trasformò in via Dante e di vico Galiani operazione che finì col congestionare il traffico su piazza XX settembre.
Fonte: Lettere Meridiane

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock