Cultura e territorio

Foggia, la prestigiosa fabbrica di guanti di metà ‘800

Foggia – Nella seconda metà dell’800 Foggia divenne terreno fertile per la nascita di diverse fabbriche di notevole rilievo, tra queste non si può non menzionare la prestigiosa fabbrica di guanti di pelle.

Nel 1841 sorse a Foggia una fabbrica di guanti di pelle, premiata dalla Reale Società Economica di Capitanata con 200 ducati.

Si lavoravano guanti non solo in modo da accontentare i più schivi ed esigenti compratori, ma così bene, così in gran numero e a prezzi così discreti che potevano essere venduti anche al di fuori della città e sostenere con vantaggio qualunque concorrenza.

Erano infatti superiori a quelli che venivano prodotti a Napoli per elasticità, per cuciture e per prezzo. Un numero sostanzioso di giovani donne si dedicava alla cucitura dei guanti, a mano o col cucitoio inglese. Inoltre tutta foggiana era la gente che lavorava nella suddetta fabbrica che conciava, tingeva e raffinava le pelli.

Antico attrezzo da guantaia per eseguire cuciture

Ed era pure foggiano Francesco Garofalo, direttore della fabbrica al quale la Reale Società Economica conferì il premio della medaglia d’oro di seconda classe nell’ammirare le opere prodotte; altri premi minori furono conferiti ai raffinatori, ai pomiciatori e ai conciatori di pelli.

Un giovane, uscito dalle file degli operai della fabbrica, si mise a capo di un altro stabilimento di guanti e i suoi lavori gli fecero meritare la medaglia d’oro. Giustino Mele con i propri mezzi fu in grado di far sorgere a Foggia un’altra fabbrica di guanti.

Articolo a cura di Carmela Smargiassi

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock