Cronaca

Foggia, un anno fa moriva Donato Monopoli, i genitori: “Non molleremo”

Foggia – Un anno fa moriva Donato Monopoli, ai tempi 26enne, dopo una lunga agonia di sette mesi da quando due coetanei foggiani lo massacrarono di botte, per futili motivi, nella discoteca “Le Stelle” di Foggia.

Da allora i genitori, Giuseppe Monopoli e Donata Di Canosa, https://foggiareporter.it/cerignola-morte-donato-monopoli-appello-genitori.htmlhanno chiesto in ogni modo giustizia.

La settimana scorsa è giunta notizia della chiusura delle indagini sui fatti verificatisi nell’’ottobre del 2018: per i responsabili si profila l’accusa di omicidio preterintenzionale aggravato, appunto, dai futili motivi.

“Sono passati 12 mesi ma sembrano solo pochi giorni: ci voltiamo sicuri di vederlo seduto li al suo posto a tavola , oppure sdraiato sul divano , affiniamo l’udito per sentire ancora la tua voce il suono delle tue risate, ma niente,  non c’è più la nostra melodia vitale”, racconta la famiglia Monopoli.

“Oggi 8 Maggio appena sveglio mi avresti sorriso , abbracciata e baciata dicendomi Auguri e la domenica mi avresti regalato una rosa. Adesso la rosa la porterò io a te davanti a quel muro che ci divide.

La nostra disperata richiesta di giustizia è semplicemente un ‘azione di responsabilità affinché nulla del genere accada più perché la vita è una sola e nostro figlio l’abbiamo perso per sempre e non vorremmo che altre mamme , altri papà perdono il loro”, aggiungono i familiari.

“Solo fermando chi ha compiuto atti simili possiamo sperare che nessun altro ragazzo venga brutalmente ucciso.

Papà , Mamma , Marco, Alessandro, gli zii, gli amici e tutti quelli che conoscevano Donato non molleranno di un millimetro fino a quando si avrà Giustizia”.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock