Cultura e territorio

Anfiteatro di Lucera, a pochi chilometri da Foggia come nell’antica Roma

Lucera – A pochi chilometri da Foggia è possibile fare un tuffo indietro nel tempo e sentirsi nell’antica Roma. Come è possibile? Semplice, visitando lo splendido Anfiteatro romano di Lucera.

L’Anfiteatro risale all’età augustea, fu costruito tra il 27 a.C. e il 14 d.C., ed è fra i più antichi dell’Italia meridionale, inoltre, per le sue notevoli dimensioni, risulta essere la più importante testimonianza romana di tutta la Puglia, fonte di grande prestigio per la cittadina della provincia di Foggia. Questa antica e meravigliosa costruzione era stata ideata per un pubblico numeroso, con una capienza tra i 16.000 e i 18.000 spettatori.

Nel 314 a.C. Roma conquistò Luceria che venne adibita a colonia di diritto latino con mura fortificate. Dopo la morte di Giulio Cesare, sotto Augusto, Lucera visse il suo periodo di maggiore splendore che durò fino alla cadura dell’Impero Romano.

Fu proprio in quel periodo di splendore che nella parte orientale della città il magistrato lucerino Marco Vecilio Campo, prefetto del fabri e tribuno dei militi, fece costruire,a sue spese, in corrispondenza di una depressione naturale del terreno, un grande anfiteatro in onore di Augusto e della colonia di Lucera, come attesta l’iscrizione posta sugli architravi dei portali di ingresso.

In questa bellissima costruzione gli spettatori erano soliti guardare spettacoli ginnici, battaglie navali e lotte fra gladiatori e belve. L’accesso all’anfiteatro era costituito da due portali inquadrati da colonne di ordine ionico, collocati sull’asse maggiore in direzione della città e in direzione della città di Foggia. Nei pressi dell’anfiteatro sorgevano la palestra degli atleti, alcuni edifici pubblici e un’infermeria.

Alcuni scavi operati il 13 febbraio 1932 permisero di portare alla luce delle pietre appartenenti all’Anfiteatro Romano e altri oggetti come una statua. Gli scavi e le opere di restauro continuarono fino al 1945. In età più recente, dal 2006 al 2009 l’Area Archeologica di Lucera è stata oggetto di un ulteriore intervento di recupero e restauro, realizzato con finanziamenti dell’A.P.Q. Regione Puglia “Beni culturali Sistema delle aree Archeologiche”. Oggi questa antica testimonianza romana viene utilizzata per spettacoli e manifestazioni culturali.

È straordinario pensare come in una piccola cittadina siano presenti testimonianze di due epoche molto importanti: l’età romana e quella medievale, da una parte l’Anfiteatro romano e dall’altra la Fortezza Svevo-Angioina, comunemente detta Castello di Lucera.

Fonti: https://www.geoplan.it – Wikipedia

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock