Cronaca

Monte Sant'Angelo, chef multato per aver versato il vino in calici di vetro

Monte Sant’Angelo – Sembra una barzelletta eppure è successo realmente. Un ristoratore versa in calici di vetro un Brunello di Montalcino del 1997 ma viene multato dai vigili per non aver utilizzato bicchieri in plastica.

A denunciare l’accaduto è stato il presidente di Confesercenti Foggia Alfonso Ferrara. Il sindaco della cittadina garganica, Pierpaolo D’Arienzo, parla di un errore del vigile urbano nell’applicazione di un’ordinanza comunale.

Lo chef Gegè Mangano del ristorante “Li Jalantuùmene” è stato multato perchè avrebbe dovuto versare il vino in bicchieri di plastica e non in calici di vetro.

Secondo Ferrara, che ha chiesto un incontro con il sindaco D’Arienzo nel “divieto di vendere per asporto o cedere a terzi, a qualsiasi titolo, alimenti e bevande dalle 21 alle 7, nonché bevande di qualsiasi specie in contenitori di vetro”, al punto quattro dell’ordinanza, “i ristoranti non sono menzionati nelle attività esplicitamente indicate”.

“La mia ordinanza è chiara – replica il sindaco di Monte Sant’Angelo – nel caso specifico purtroppo c’è è stata una leggerezza dell’operatore della polizia municipale che sarà prontamente risolta nel ricorso alle autorità competenti”.

E aggiunge: “Siamo contenti, però, che a Monte Sant’Angelo ci sia un target tale da richiedere un Brunello di Montalcino del 1997 perché significa che il nostro lavoro di promozione del brand ‘La Cittá dei due Siti Unesco’ sta funzionando e portando i suoi frutti!”

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock