Cronaca

Omicidio D’Angelo: partite le indagini

Sono in pieno svolgimento le indagini per l’omicidio di Roberto D’Angelo, 53 anni, detto Scipione. L’omicidio, lo ricordiamo, è avvenuto in viale Candelaro la scorsa sera.

L’uomo è stato freddato intorno alle 21.30. La Polizia di Stato, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Foggia, ha già effettuato una prima ricostruzione dell’omicidio ed è proiettata ad individuarne il movente e gli autori.

La vittima viaggiava da solo a bordo di una 500l di colore bianco quando, percorrendo viale Candelaro direzione Viale Ofanto, è stato affiancato da una moto i cui passeggeri hanno esploso alcuni colpi di pistola al suo indirizzo, colpendolo a spalla e testa.

Quando sono sopraggiunte le vetture della Questura di Foggia, l’auto era accostata al marciapiede con il motore e le luci ancora accese. Il finestrino lato passeggero era in frantumi, mentre l’auto aveva terminato la sua corsa contro un’altra vettura parcheggiata.

i poliziotti costatavano una ferita all’altezza dello zigomo e del materiale ematico proveniente dalla nuca. L’uomo dava ancora flebili segni di vita. Immediati sono stati i soccorsi ma, al loro arrivo, non c’è stato più nulla da fare.

L’uomo aveva dei piccoli precedenti e si occupava di commercializzazione di autovetture. In passato, nel 2016, era già stato vittima di un’intimidazione.

Sul luogo dell’accaduto sono accorsi il Sostituto Procuratore della Repubblica e quello della Direzione Distrettuale Antimafia. La Polizia scientifica ha effettuato i primi rilievi e dalla Questura fanno sapere che sono già state raccolte prime testimonianze ed effettuate perquisizioni.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock