Attualità

Parco San Felice: ancora un successo per i volontari della “Trash Challenge Foggia”

Un altro successo registrato per il gruppo di volontari della “Trash Challenge Foggia”, un altro attacco sferrato ai danni dell’inciviltà e dell’incuria. I volontari si sono riunti nella scorsa serata munendosi di coraggio e di forza di volontà per ripulire il cuore verde della nostra città: il Parco San Felice che, con i suoi assidui frequentanti, durante la stagione estiva si trasforma in un punto d’incontro centrale per le nuove e le vecchie generazioni.

Come nell’ultimo evento organizzato, a favorire i volontari nel corretto e scorrevole svolgimento della raccolta differenziata sono stati dei cassonetti di grandi dimensioni e di vari colori (a seconda del materiale da differenziare) con l’aggiunta di due interessanti novità: un bidone semitrasparente disposto appositamente per gettare i mozziconi di sigaretta e un sacchetto di colore verde da distribuire ai fumatori privi di “porta cicche” tascabili. Un tassello in più per un’attività che cresce copiosamente di volta in volta, spopolando sui social networks e calamitando l’attenzione della cittadinanza.

Gli autentici protagonisti, in buona parte, sono proprio gli stessi cittadini foggiani che per poche ore mettono a disposizione la propria sensibilità ed il buon ascolto per provare a combattere l’indifferenza che troppo spesso aleggia indisturbata sulla questione dei rifiuti e sul conseguente degrado urbano causato anche dalla scarsa efficienza dei servizi di smaltimento. Una sfida condotta su due fronti, quello prettamente istruttivo e quello di denuncia, che si sta dimostrando sempre più avvincente.

Credits: Trash Challenge Foggia

In vista della recente decisione di sanzionare gli atti di inciviltà presa dall’amministrazione comunale, pare che qualcosa stia finalmente cambiando, o almeno pare che la sensibilizzazione stia facendo sentire i primi effetti. E’ giunto il momento che il senso civico non si limiti alla durata di una singola serata, bensì entri a far parte della quotidianità delle vite di ognuno di noi, accompagnandoci sin dai piccoli gesti abitudinari. Ricordiamo che il fine ultimo dell’iniziativa è principalmente quello di diffondere maggiore informazione e consapevolezza su quelli che sono gli aspetti dubbiosi e lacunosi della suddetta questione, oltre al tentativo di provare a cambiare il senso comune coinvolgendo il più ampio numero di persone. Chiunque voglia dare il proprio contributo può unirsi al gruppo seguendo le attività future promosse tramite la pagina ufficiale.

#trashchallengefoggia

Marilea Poppa

Ventenne, Studentessa di Lingue e Culture moderne e aspirante giornalista. Scrive di arte, letteratura e sport per testate giornalistiche online. Il suo motto è: “la cultura cura” (culture heals) a dimostrazione di come la promozione e la divulgazione della Cultura, in tutte le sue forme, possa essere una terapia vitale oltreché uno stile di vita.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock