Curiosità

Privacy online: sappiamo proteggere i nostri dati?

È da poco passata la Giornata della protezione dei dati personali, istituita in Europa nel 2007 per sensibilizzare i cittadini su un tema importantissimo, la nostra privacy online.

Negli ultimi anni infatti si è discusso moltissimo dei diritti online dei cittadini, della trasparenza delle grandi aziende tech e di dove finiscono i nostri dati una volta inseriti nel grande mondo digitale. Sono state introdotte nuove leggi, come il GDPR a livello europeo, e anche le grandi compagnie digitali hanno promesso più trasparenza e risorse per la protezione degli utenti, soprattutto a seguito degli scandali come Cambridge Analytica.

Certamente ci sono ancora molti passi da fare per rendere il mondo di internet un luogo sicuro e adatto a tutti, anche per i più giovani. Ci sono però alcuni strumenti e tecniche che possiamo adottare anche noi per salvaguardare la nostra privacy e i nostri dati online.

  1. Password e account sicuri

Forse non ci pensiamo, forse lo diamo per scontato, ma gli account che creiamo per i servizi online sono la porta di accesso ai nostri dati personali. Proprio per questo quando creiamo i nostri profili online dobbiamo pensare accuratamente alla password. Non usate informazioni personali, scegliete una combinazione casuale alfanumerica, alternando maiuscole e minuscole, e possibilmente usando anche simboli.

Solitamente questa tipologia di password viene suggerita da Google e se fate difficoltà a memorizzarle potete anche usufruire di un password manager, come LastPass ad esempio. Un altro consiglio per tenere al sicuro i vostri account e di non utilizzare lo stesso nome utente e la stessa password per più servizi, per non renderle facilmente individuabili.

  • Aggiornamenti e siti sicuri

Non ignorate gli aggiornamenti che vi propone il vostro dispositivo, soprattutto riguardo app e programmi. Gli aggiornamenti infatti contengono patch di sicurezze e risoluzioni di bug, ovvero i malfunzionamenti e gli errori che possono provocare delle falle di sicurezza e spianare la strada a malware e hacker.

Allo stesso tempo visitate solo siti contrassegnati con il protocollo https, ovvero rilevati come sicuri da Google. Non cliccate su banner e pop up ingannevoli e non aprite allegati mail sospetti (indirizzi strani, con errori di ortografia o non richiesti), i quali possono nascondere tentativi di phishing.

  • Antivirus e sicurezza dispositivi smart

Forse questo è il consiglio che avete sentito più spesso: installate un antivirus! Ancor meglio se consente una scansione delle mail per individuare i tentativi di phishing e se è aggiornato con le ultime versioni di anti malware. Non dimenticate poi di attivare i firewall nel computer, già disponibili con gli ultimi sistemi operativi.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è la connessione internet: i WiFi e reti pubbliche sono le più accessibili agli hacker ma anche le reti domestiche possono essere violate. E con sempre più dispositivi smart connessi alla rete è meglio munirsi di strumenti in grado di schermare la nostra connessione. Si chiamano VPN e sono disponibili per smart TV, smartphone, router e naturalmente computer.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock