Attualità

Estate in Puglia, Lopalco: “La distanza tra ombrelloni non è sufficiente”

Puglia – Come sarà l’estate in Puglia ai tempi del Covid? Tante le domande che in questi giorni i pugliesi si stanno ponendo in attesa di precise direttive e misure sulla sicurezza negli stabilimenti balneari.

“La sicurezza non può essere affidata alla distanza tra ombrelloni”, ad affermarlo questa mattina in un intervento durante il programma di Rai 3 Agorà, Pierluigi Lopalco, responsabile del Coordinamento Regionale Emergenze Epidemiologiche Puglia.

Per quanto riguarda l’atteso documento Inail-Iss sugli stabilimenti balneari, Lopalco ha dichiarato: “Non è un protocollo obbligatorio, ma sono indicazioni generali, sulla base delle quali è opportuno fare protocolli concreti anche valutando la fattibilità”.

E ancora: “La distanza necessaria in spiaggia è maggiore rispetto a quella che c’è in un metro, perché in spiaggia si sta senza mascherina. Bisogna creare un sistema che arrivi a garantire un buon distanziamento, considerando che andare in spiaggia è un’attività all’aria aperta e c’è un sole forte che riduce l’attività del virus”.

All’aria aperta, infatti, si abbassano le possibilità di contagio del Coronavirus rispetto a luoghi chiusi come locali o autobus.

“In Puglia stiamo prendendo in considerazione l’occupazione per metro quadro di ogni singolo bagnante, per capire quante persone possono stare contemporaneamente in spiaggia senza creare assembramenti”, ha concluso così Lopalco il suo intervento.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock