Costume e società

Truccarsi con la mascherina: i consigli beauty al tempo del Covid

La mascherina? Per un bel po’ non potremo farne a meno. E se c’è chi ha trovato la pace con un modello colorato, personalizzato o griffato, per le signore, una volta messa a tacere l’esigenza modaiola, ne sbuca subito fuori un’altra.

Quella di coniugare la protezione con il make up giornaliero che lascia – soprattutto adesso con il caldo – tracce impietose di trucco sul rettangolo di stoffa che non sono affatto belle da vedere.

Così abbiamo voluto interrogare una make up artist per capire come possiamo tutelare la nostra salute senza rinunciare al trucco anche al tempo del Covid.

LA BASE

A quanto pare è tempo di rispolverare la crema idratante. “Prima ancora che del make up – spiega Anna Maria Annecchino, consulente di immagine e make up artistla pelle va idratata per prevenire anche fastidiose irritazioni dovute allo sfregamento con la mascherina. Il consiglio è quello di non saltare mai l’applicazione della crema idratante, privilengiando anche una più ricca rispetto a quella utilizzata di solito. Costituirà la base del vostro make up”.

IL FONDOTINTA

Dopo aver creato una base resistente, si può procedere con l’applicazione del fondotinta: “Per evitare le macchie lasciate dal prodotto bisogna usare un fondotinta waterproof – continua Anna Mariaricordandosi però che in questo caso vale la regola lessi is more, applicare meno prodotto possibile anche per quanto riguarda correttori e creme colorate.

Stendere poi il prodotto solo nella zona visibile con un’attenzione particolare alle occhiaie che, in questo caso, poste poco sopra il taglio della mascherina saranno ben in evidenza.

Valida anche una BB cream con cui uniformare l’incarnato ma che ha sicuramente una consistenza più leggera rispetto al fondotinta tradizionale.”

LE RIFINITURE

Fissare il make up con la cipria è importante per assicurare la tenuta: “Una cipria in polvere o compatta va passata comunque per fissare il fondotinta o il primer – suggerisce Annecchinoe per opacizzare le zone lucide durante la giornata, facendo attenzione ovviamente ad applicarla senza mascherina e solo in questo caso sulla fronte“.

LE SOPRACCIGLIA

Mai come in questo caso le sopracciglia sono tornate al centro dell’attenzione: “Sarà opportuno dedicarsi a mantenere in ordine la loro forma – spiega la make up artist una volta eliminati i peli superflui al mattino basterà darsi una spazzolata con un pettinino apposito e fissarle con un gel dedicato.

Qualora ci siano spazi vuoti si potranno scurire con una matita per sopracciglia, ma il tutto deve risultare molto naturale per non appesantire lo sguardo.”

L’OMBRETTO

Se la bocca è coperta, via libera al trucco occhi: “E’ il caso di riscoprire qualche ombretto perlescente o con elementi luminosi che possano attirare ulteriormente l’attenzione sullo sguardo – suggerisce Anna Maria – meglio le texture in polvere che durano di più. Non dimenticarsi poi di illuminare anche l’angolo interno dell’occhio”.

IL MASCARA

Per non appesantire l’occhio meglio lasciare da parte per un po’ l’eyeliner ma abbondare con il mascara: “Evitare tratti che in questo caso rischiano di appesantire l’occhio.

Invece via libera al mascara rivela la consulente applicato con più passate che divide le ciglia e ha l’effetto ottico di ingrandire così l’occhio”.

….INFINE NON DIMENTICHIAMO LE LABBRA!

Anche se stanno nascoste la maggior parte del tempo, le labbra sotto la mascherina tendono a seccarsi ulteriormente, ricoprendosi di screpolature che non saranno certo piacevoli da vedere e da sentire.

“Soprattutto nel momento in cui la mascherina andrà toltaanche solo per bere un semplice caffè – pertantoconclude Anna Mariaidratare le labbra con un buon balsamo labbra, magari più idratanate di quello utilizzato normalmente dovrebbe essere una nuova abitudine della beauty routine al tempo del Covid.

Almeno, appena sarà possibile, potremo sfoggiare comunque delle labbra morbide che incorniciano il nostro sorriso di vittoria sulla pandemia”.

Dalila Campanile

Giornalista pubblicista, addetta stampa e digital PR. Sin da piccola non ho mai smesso di coltivare una delle mie più grandi passioni: la scrittura. Dopo l’esperienza di redattrice presso il giornalino scolastico delle scuole medie “Il SottoSopra”, ho capito che la mia strada sarebbe stata quella: non mi sono mai fermata, intraprendendo numerose collaborazioni con le testate locali, specializzandomi in articoli di costume. Poi sono arrivate le collaborazioni per gli uffici stampa e la comunicazione digitale. Dopo la laurea in legge – la mie materia preferite? Inevitabilmente Diritto Commerciale e Diritto delle Comunicazioni – ho seguito numerosi corsi di aggiornamento e specializzazione per affinare le mie doti comunicative. La mia missione? Far circolare le buone notizie e raccontare il bello che ci circonda, perché non bisogna mai darlo per scontato.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock