Cronaca

Vieste, attenzione alla truffa del (finto) parcheggiatore

Si palesa non appena ci si accinge a parcheggiare nelle zone prossime al centro di Vieste: ha un modo di fare affabile, solitamente arriva in soccorso del turista (sprovveduto) che si sta avvicinando alla colonnina del parcheggio che – secondo lui – è fuori uso: così, ti convince a sborsare qualche moneta, o anche di più, in cambio di un tagliandino che sarà valido per tutta la serata. Un “compromesso” comodo, considerando le zone di parcheggio a pagamento che durante la stagione estiva proliferano nella cittadina del Pizzomunno, senza contare anche la difficoltà stessa nel trovare un posto libero. Tariffa minima: 5 euro.

Anche se non si hanno spiccioli, il parcheggiatore è in grado di esigere il suo compenso perchè può “cambiare” nelle vicinanze il taglio di qualsiasi banconota ed erogare il resto. Resto che però, il malcapitato turista non si vedrà mai più portare indietro, insieme alla sua banconota. Il parcheggiatore infatti si è già dileguato tra le vie del centro storico così come è apparso, con il bottino del ignaro turista.

Questo quanto accaduto ad una coppia, finita nelle grinfie del finto parcheggiatore di Vieste, che abitualmente, mette in atto questa farsa per conquistare il suo bottino. Trattasi infatti di una messainscena collaudata e ripetuta, sfacciatamente, anche nelle zone dove il parcheggiatore “ha già colpito” la sera prima. E che, a quanto pare, non risparmia nemmeno gli stessi residenti della cittadina Garganica.

La coppia di turisti che si è vista soffiare sotto il naso 20 euro, ha denunciato l’accaduto alle Forze dell’Ordine, alle quali risulta essere già noto il soggetto. Si attendono riscontri dalle indagini della Magistratura.

Per tutti i turisti che affollerano la perla del Gargano nelle prossime settimane, si ricorda che i parcheggiatori autorizzati sono forniti dell’apposito smanicato arancione e che, proprio in occasione delle settimane con maggiore affluenza, sono stati rafforzati i controlli grazie all’incremento della presenza di pattuglie, pronte a fornire assistenza e supporti ai cittadini e ai turisti.

Infine, tutte le istruzioni per parcheggiare regolarmente sono riportate sui cartelli e sulle colonnine: chi non dovesse avere a disposizione qualche moneta può sempre pagare il proprio parcheggio anche attraverso la tecnologia, usando le app “MyCicero” e “Whoosh!”

Per info: http://www.comune.vieste.fg.it

Dalila Campanile

Giornalista pubblicista, addetta stampa e digital PR. Sin da piccola non ho mai smesso di coltivare una delle mie più grandi passioni: la scrittura. Dopo l’esperienza di redattrice presso il giornalino scolastico delle scuole medie “Il SottoSopra”, ho capito che la mia strada sarebbe stata quella: non mi sono mai fermata, intraprendendo numerose collaborazioni con le testate locali, specializzandomi in articoli di costume. Poi sono arrivate le collaborazioni per gli uffici stampa e la comunicazione digitale. Dopo la laurea in legge – la mie materia preferite? Inevitabilmente Diritto Commerciale e Diritto delle Comunicazioni – ho seguito numerosi corsi di aggiornamento e specializzazione per affinare le mie doti comunicative. La mia missione? Far circolare le buone notizie e raccontare il bello che ci circonda, perché non bisogna mai darlo per scontato.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock