Sport

I Giochi olimpici slittano al 2021, lo sfogo dell’atleta foggiana Martina Criscio

La notizia è ormai ufficiale: i Giochi di Tokyo si spostano all’estate del 2021 considerata l’emergenza Coronavirus, emergenza sanitaria che riguarda tutto il mondo.

Tanti gli atleti che in questi anni hanno sudato e lottato per prepararsi a gareggiare ai Giochi di Tokyo 2020, tra questi anche la fogiana Martina Criscio, giovane campionessa italiana di scherma.

Martina è nata a Foggia il 24 gennaio 1994, è Campionessa del Mondo e d’Europa di sciabola asquadre 2017 ed è n° 13 nel ranking mondiale FIE della sua disciplina.

Un’atleta foggiana che anno dopo anno ha conquistato importanti traguardi, l’ultimo al Grand Prix di sciabola femminile a Montreal, gara nella quale la foggiana ha dato il meglio di sè.

“Rio2016. È partito tutto da qui, quando entrai nel palazzetto il giorno di gara mi sali un’emozione indescrivibile nonostante in quel momento fossi riserva.. quel giorno capii veramente ciò che volevo davvero: essere protagonista anch’io in quei “giochi”, che in realtà sono battaglie”.

Inizia così il lungo sfogo di Martina Criscio, giovane atleta foggiana che da anni si preparava per affrontare al meglio le Olimpiadi di Tokyo 2020 per portare in alto il nome dell’Italia.

E continua: “Questi quattro anni sono stati intensi, lunghi, frustranti e felici. Ho sbagliato tanto e questo mi ha permesso di imparare tanto.

Sono cresciuta, come atleta e come persona e tutto per un solo fine, un solo obiettivo a cinque cerchi, Tokyo2020.

E ora che era così vicino, lo vedo allontanarsi ma capisco che è giusto così perché le persone vengono prima di tutto. Perché non ha lo stesso gusto arrivare in vetta se non c’è nessuno con cui festeggiare.

E allora aspetto. Perché qualche mese non è nulla rispetto a tutto il tempo che ho atteso questo momento”.

“Ora c’è bisogno di restare a casa per superare questa situazione mentre spero che l’estate prossima resteremo a casa ad assistere a qualcosa di più spettacolare. E’ solo un arriverderci”, conclude la foggiana.

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 27 anni e amo raccontare storie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da un anno curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Mi occupo di web editor e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock