Cultura e territorio

La pizza al granchio blu di Lesina conquista la Guida Identità Golose 2020

La Cruna del Lago di Lesina (Fg) di Vincenzo D’Apote, presidente dell’Associazione Pizzaioli Garganici, entra nel novero delle cucine d’autore in Italia e nel mondo: è uno dei ristoranti novità della Guida di Identità Golose 2020. La tredicesima edizione è stata presentata lunedì 9 dicembre a Milano ed è già online.

Sono solo sette le pizzerie censite dalla Guida in Puglia, 99 in tutta Italia. Nella scheda, curata dal giornalista Pierpaolo Sammartino, il borsino indica un elevato tasso di creatività e innovazione e, accanto al simbolo della pizza, c’è la Pinta Romana che valorizza gli indirizzi che promuovono una vera cultura della birra.

“Perché fermarsi” sintetizza mirabilmente le caratteristiche che hanno determinato l’ingresso del locale affacciato sul Lago di Lesina nella prestigiosa Guida: “per gustare una pizza unica. Un concentrato di sapori che uniscono laguna, Daunia e Gargano”.

Vincenzo D’Apote, pizzaiolo e ambasciatore della cucina tradizionale, pluripremiato, promuove da sempre con orgoglio i prodotti della sua terra, dalle farine ai condimenti. “Le sue pizze e focacce, dal cornicione alto e ben lievitato – si legge nella recensione – narrano lo sperone d’Italia a partire dalla salicornia, che cresce in terreni umidi e salmastri, così versatile da esaltare i sapori di ogni ingrediente. È lui il primo a usarla e a comunicarla nel mondo, diventandone ambasciatore”.

Insieme allo Chef Vincenzo D’Apote, la guida menziona anche Antonia Dentale che si occupa dei dolci. A conquistare Identità Golose è l’ultima nata in casa La Cruna: la pizza al granchio blu.

Il pizzaiolo lesinese ha saputo sfruttare la massiccia presenza del granchio reale, specie aliena che ha letteralmente invaso le lagune e il mare del Gargano, trasformandolo in un ingrediente vincente.

“Ogni mese una pizza nuova fuori carta – si legge ancora nella scheda – come Tra Terra e Lago, con granchio blu della laguna, dalla polpa esageratamente buona e gusto forte, abbinata a una birra delicata, artigianale e garganica”.

Da oggi La Cruna del Lago è nella mappa degli scrigni che racchiudono capolavori della cucina, come la definisce nella sua presentazione Paolo Marchi, ideatore e curatore di Identità Golose.

“È un onore per me entrare nella Guida ai ristoranti d’autore – afferma Vincenzo D’Apote – Lo considero un importante riconoscimento al quotidiano lavoro di ricerca delle migliori materie prime e alla continua tensione verso l’innovazione, senza snaturare la tradizione. Ogni giorno una giuria speciale mi premia, e sono i clienti, che apprezzano la pizza garganica, un prodotto che finalmente sta emergendo in tutto il mondo”.

Continua a leggere

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock